EMISSIONI IN ATMOSFERA – IN VIGORE IL D.lgs 102/2020 – MODIFICHE E SCADENZE PROVVEDIMENTI

Il Decreto Legislativo n. 102/2020, pubblicato in Gazzetta Ufficiale, è entrato in vigore il 28 agosto 2020.

Tale decreto tra le disposizioni, reca modifiche riguardo ai provvedimenti di autorizzazione ordinaria, AUA o AIA per gli stabilimenti che producono emissioni in atmosfera.

Per ridurre l’impiego di cancerogeni, mutageni, tossici per la riproduzione e delle sostanze di tossicità e cumulabilità particolarmente elevata, la norma prescrive la loro sostituzione non appena possibile definendo le vie di autorizzazione e comunicazione con le autorità competenti come di seguito descritto.

AUTORIZZAZIONE ORDINARIA AUA O AIA (esistenti al 28/08/2020) riguardo l’utilizzo di sostanze e/o miscele estremamente preoccupanti nel ciclo produttivo da cui originano emissioni in atmosfera, il gestore di stabilimento o di installazione in esercizio al 28/08/2020 deve:

– entro il 28/08/2021 redigere una Relazione nella quale viene analizzata la disponibilità di uso di sostanze/miscele alternative, considerandone i rischi ed esaminandone la fattibilità tecnica ed economica della sostituzione;

– entro il 01/01/2025 presentare una Domanda di Autorizzazione

Per quanto riguarda le NUOVE domande presentate dopo il 28/08/2020 (comprese le modifiche ed i rinnovi) vige l’obbligo di:

– redigere ogni 5 anni la Relazione (di cui sopra)

In caso di riclassificazione delle sostanze e/o miscele :

– entro 3 anni dalla modifica della classificazione delle sostanze e/o miscele in uso, presentare Domanda di autorizzazione volta all’adeguamento alle disposizioni del comma 7- bis.

AUTORIZZAZIONE VIA GENERALE (AVG) Art.272 DLgs 152/06 (esistenti al 28/08/2020). riguardo l’utilizzo di sostanze e/o miscele estremamente preoccupanti, nel ciclo produttivo da cui originano emissioni in atmosfera, il gestore dello stabilimento in esercizio al 28/08/2020 deve:

– presentare entro il 28/08/2023 una domanda di autorizzazione ai sensi dell’art. 269 del DLgs 152/06 (AUA)

Per quanto riguarda le NUOVE domande presentate dopo il 28/08/2020 (comprese le modifiche ed i rinnovi) vige l’obbligo di:

divieto di utilizzo di sostanze e/o miscele classificate come Cancerogene, Tossiche per la riproduzione o Mutagene e quelle classificate come estremamente preoccupanti dal Regolamento (CE) n.1907/2006 REACH.

In caso di riclassificazione delle sostanze e/o miscele:

– entro 3 anni presentare Domanda Ordinaria (art.269) oppure Comunicare la sostituzione della sostanza /miscela con una alternativa non classificata come Cancerogena, Tossica per la riproduzione o Mutagena e/o estremamente preoccupante dal Regolamento (CE) n.1907/2006 REACH.

Si fa presente che il decreto stabilisce inoltre nuove tipologie di Sanzioni penali e amministrative in base ai nuovi obblighi di legge. .

In particolare:

Violazioni Penali

– per la mancata presentazione entro il 28/08/2023 della Domanda di autorizzazione ai sensi dell’art. 269 del DLgs 152/06 (AUA) in caso di utilizzo di sostanze e /o miscele come di cui sopra.

Violazioni Amministrative per:

– mancata presentazione Relazione quinquennale sostanze “preoccupanti”

– mancata presentazione Relazione entro il 28/08/2021

– mancata Domanda per utilizzo sostanze riclassificate

Vi invitiamo a visionare il decreto al seguente link:

Adobe_PDF_file_icon_32x32 Scarica il decreto legislativo 102/2020