Ricordiamo che entro il 30 Aprile 2019 le imprese che effettuano trasporto e gestione di rifiuti sono tenute, come di consueto, ad effettuare il versamento dei diritti annuali all’Albo Nazionale Gestori Ambientali per le attività di trasporto e bonifica ed all’ARPAE di competenza per le attività di recupero e smaltimento.

Di seguito forniamo le indicazioni sugli importi ed i conti correnti per l’effettuazione dei pagamenti; gli importi dovuti all’Albo Gestori Ambientali sono stati modificati a dal Regolamento n. 120/2014.

Si invitano le imprese a controllare l’importo dovuto sul sito dell’Albo Nazionale Gestori Ambientali.

Il versamento dovrà avvenire tramite i canali indicati nell’avviso (MAV, Carta di Credito, etc.); è pertanto necessario accedere alla propria posizione telematica per predisporre il pagamento.

ALBO NAZIONALE GESTORI AMBIENTALI

DIRITTO ANNUALE DI ISCRIZIONE PER LE CATEGORIE DALLA 1 ALLA 8 (ESCLUSE 2BIS E 3BIS)

CLASSE IMPORTO VERSAMENTO
A € 1.800,00
B € 1.300,00
C € 1.000,00
D € 750,00
E € 350,00
F € 150,00

 


DIRITTO ANNUALE DI ISCRIZIONE PER LE CATEGORIE 2BIS E 3BIS (TRASPORTO RIFIUTI PRODOTTI IN PROPRIO E RAEE)

IMPORTO VERSAMENTO
€ 50,00

 


DIRITTO ANNUALE DI ISCRIZIONE PER LE CATEGORIE 9 E 10 (BONIFICA DI SITI E BONIFICA DI SITI E BENI CONTENENTI AMIANTO)

CLASSE IMPORTO VERSAMENTO
A € 3.100,00
B € 2.050,00
C € 1.300,00
D € 650,00
E € 300,00

 


STOCCAGGIO E RECUPERO RIFIUTI

CLASSE DI ATTIVITÀ – QUANTITÀ ANNUA DI RIFIUTI (RECUPERO E STOCCAGGIO ANNUO) 

CLASSE DI ATTIVITÀ’ QUANTITÀ’ ANNUA DI RIFIUTI

(Recupero o stoccaggio annuo)

RECUPERO
Classe 1 Superiore o uguale a 200.000 tonnellate € 774,69
Classe 2 Superiore o uguale a 60.000 tonnellate e inferiore a 200.000 tonnellate € 490,63
Classe 3 Superiore o uguale a 15.000 tonnellate e inferiore a 60.000 tonnellate € 387,34
Classe 4 Superiore o uguale a 6.000 tonnellate e inferiore a 15.000 tonnellate € 258,23
Classe 5 Superiore o uguale a 3.000 tonnellate e inferiore a 6.000 tonnellate € 103,29
Classe 6 Inferiore a 3.000 tonnellate € 51,65

Nel caso in cui l’azienda effettui sia l’attività di R13 che operazioni di recupero (R3, R4, R5, etc.), dovrà calcolare la classe di appartenenza in rapporto al quantitativo annuale comunicato per l’operazione R13 (stoccaggio annuo).


MODALITÀ DI PAGAMENTO DEL DIRITTO DI ISCRIZIONE

Il versamento del diritto di iscrizione deve essere effettuato esclusivamente a mezzo Bonifico Bancario utilizzando il seguente codice IBAN: IT 05 T 02008 02435 000104059154

sul c/c attivato presso l’istituto Tesorerie Unicredit S.P.A. – VIA Ugo Bassi 1 – BOLOGNA (BO), intestato a:

Arpae – Agenzia regionale prevenzione, ambiente ed energia dell’Emilia-Romagna
Via Po, 5 – 40139 Bologna
P.IVA e C.F. 04290860370

Deve essere indicata obbligatoriamente la seguente causale per l’identificazione del versamento effettuato:

  • SAC DI XXXX (MODENA, REGGIO EMILIA…)
  • TIPOLOGIA DI VERSAMENTO (ES. DIRITTI ISCRIZIONE 2018 PER ATTIVITÀ DI RECUPERO R13)
  • DITTA XXXX
  • NUMERO PRATICA XXXX (INDICATA SULL’AVVISO PERVENUTO VIA PEC)
  • N. REGISTRO XXXX (ES. SAV000)

L’attestazione del versamento deve essere inoltrata all’ARPAE di competenza tramite posta elettronica certificata all’indirizzo PEC di ARPAE; ad esempio:

  • per la provincia di Modena: aoomo@cert.arpa.emr.it
  • per la provincia di Reggio Emilia: aoore@cert.arpa.emr.it

 


SISTEMA SOVRAREGIONALE SUI RIFIUTI (ORSO) – PROROGA AL 15 LUGLIO 2019

Ricordiamo che tutti i gestori di impianti fissi di trattamento rifiuti (recupero e/o smaltimento) che operano sul territorio regionale devono comunicare i quantitativi dei rifiuti gestiti nell’anno 2018 tramite l’applicativo web O.R.S.O. (Osservatorio Rifiuti Sovraregionale).

In seguito al DPCM del 24/12/2018, la compilazione del Data Base ORSO Impianti dell’anno 2019 relativa all’anno 2018 risulta posticipata dal 31 maggio al 15 luglio 2019.

La nuova D.G.R. 2147/2018 (che definisce i contenuti, le frequenze e le modalità di compilazione delle banche dati relative alla gestione dei rifiuti urbani e speciali della regione Emilia Romagna), prevede al paragrafo 4.3.2 “Frequenza e modalità di compilazione”, per gli impianti tenuti alla compilazione della dichiarazione annuale, che i dati dei campi presenti nelle schede “Rifiuti in ingresso “e “Rifiuti in uscita” possano essere compilati tramite una procedura automatica di trasferimento dati direttamente dalla dichiarazione MUD. Nel caso in cui si utilizzi questa procedura è necessario illustrare nel campo note la descrizione dell’effettivo ciclo gestionale dei rifiuti nell’impianto.

Ricordiamo inoltre che la comunicazione al sistema regionale sui rifiuti non sostituisce il MUD.

Eco Sistemi Srl si mette a disposizione per assistere i propri Clienti nella compilazione e nell’invio della comunicazione tramite applicativo web O.R.S.O..

 


TRASPORTO MERCI PERICOLOSE – RECEPITA ADR 2019

Con il Decreto Del Ministero dei Trasporti del 12 febbraio 2019, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 81 del 5 Aprile 2019, viene recepito l’ADR 2019, attuando le ultime modifiche alla direttiva 2008/68/CE, (trasporto interno di merci pericolose)

Il D.M. modifica l’Art. 3 del Decreto 35/2010, che attua in Italia la Dir. 2008/68, recependo le previsioni europee. Il nuovo D.M. recepisce le modifiche apportate con la direttiva 2018/1846, che adeguava al progresso tecnico scientifico gli allegati della direttiva del 2008, facenti riferimento a disposizioni stabilite negli accordi internazionali che vengono aggiornate ogni 2 anni, così per effetto di esso i riferimenti agli allegati dell’ADR (trasporti su strada) , del RID(trasporto su ferrovia) e dell’ADN(trasporto per vie di navigazione interna) devono intendersi come applicabili a decorrere da 1° gennaio 2019 con un periodo transitorio fino al 30 giugno 2019.

Durante il periodo transitorio dell’ADR, potranno essere osservate indistintamente le disposizioni dell’ADR 2017 e dell’ADR 2019.