CONFERMATA LA SOPPRESSIONE DEL SISTEMA SISTRI DAL 01 GENNAIO 2019

Il Consiglio dei Ministri ha approvato, in data 12 Dicembre 2018, il Decreto Legge “Semplificazioni”, pubblicato in Gazzetta Ufficiale con il N. 135/2018 ed entrato in vigore il 15 Dicembre 2018.

Tale Decreto, all’Art. 23, determina la soppressione del sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti – SISTRI con decorrenza a partire dal 01 Gennaio 2019.

In attesa della definizione di un nuovo sistema di tracciabilità dei rifiuti, che si prevede sarà gestito direttamente dal Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, i soggetti tenuti a tale obbligo di tracciabilità dovranno comunque adempiere ai propri obblighi attraverso i moduli cartacei, compilando i registri di carico e scarico e i formulari di identificazione dei rifiuti.

 

RESPONSABILE TECNICO PER LA CATEGORIA 10 (RIMOZIONE AMIANTO)

L’Albo Nazionale dei Gestori Ambientali, con la Circolare prot. 152 del 07 Dicembre 2018, fornisce alcuni chiarimenti circa la figura del Responsabile Tecnico prevista per la Categoria 10 e sui relativi requisiti necessari, così come stabiliti dalla Delibera n. 6 del 2017.

In particolare viene precisato che i Responsabili Tecnici nominati prima del 16 Ottobre 2017 non dovranno effettuare la verifica iniziale, ma solo quelle di aggiornamento (rif. Art. 3 della Delibera 6/2017), anche ai fini della Categoria 10 B ( beni contenenti amianto non legati in matrici) .

Viene inoltre precisato che, per l’iscrizione alla Categoria 10B non può essere ritenuta valida l’esperienza maturata nelle attività di cui alla Categoria 10A e pertanto, in mancanza di specifica esperienza nella Categoria 10B, potrà essere assunto il ruolo di Responsabile Tecnico solo per la Categoria 10B, Classe F.

Adobe_PDF_file_icon_32x32 Scarica la Circolare n. 152 del 07 Dicembre 2018

 

REQUISITI MINIMI PER L’ISCRIZIONE ALLA CATEGORIA 1

L’Albo Nazionale dei Gestori Ambientali ha pubblicato, in data 07 Dicembre 2018, la Circolare prot. 153 con la quale vengono chiariti i requisiti minimi necessari per l’iscrizione alla Categoria 1 (sottocategoria di cui alla Tab. D6), e la tipologia dei mezzi di trasporto richiesti.

In particolare la Circolare fa riferimento alla Delibera n. 8 del 19 Settembre 2017, riguardante il calcolo dei requisiti minimi per l’iscrizione nella già citata Cat. 1 : “sottocategoria raccolta e trasporto di rifiuti giacenti sulle aree e strade urbane, extraurbane e autostrade”, così come previste dal D.Lgs. 152/2006 (Art. 184, comma 2, lettera D).

La Circolare chiarisce due aspetti :

  • ai soli fini del calcolo della dotazione tecnica per il conseguimento del requisito minimo per lo svolgimento dell’attività prevista dalla sottocategoria di cui alla Tab. D6, sono equiparati agli autocarri gli autoveicoli per il trasporto specifico;
  • con l’iscrizione nella Categoria 1 è possibile svolgere tutte le attività di cui alla stessa classe o alla classe inferiore delle singole sottocategorie, compresa la sottocategoria di cui alla Tab. D6.

Rimane invece l’obbligo, per le imprese che intendessero svolgere attività  di cui alla sottocategoria Tab. D7, di disporre di macchine operatrici o di veicoli a uso speciale previsti.

Adobe_PDF_file_icon_32x32 Scarica la Circolare n. 153 del 07 Dicembre 2018